COLON IRRITABILE E PROBLEMI INTESTINALI

Disturbi che riguardano l’intestino, la cosiddetta sindrome da colon irritabile, come pancia gonfia, meteorismo, diarrea, stipsi possono compromettere il nostro benessere quotidiano. L’intestino viene definito come il nostro secondo cervello ed è un organo fondamentale il cui corretto funzionamento garantisce uno stato di salute ottimale. Esso infatti è il luogo in cui si sviluppa il nostro sistema immunitario, dove vengono assimilati i nutrienti fondamentali e prodotti alcuni ormoni, tra cui la serotonina. Fattori come lo stress e cattive abitudini alimentari possono alterare la nostra flora batterica intestinale dando originare disturbi quali stitichezza, meteorismo, diarrea e dolori addominali. Con l’aiuto di un nutrizionista è possibile stabilire quale sia la giusta alimentazione, la dieta da seguire per combattere la sindrome del colon irritabile.

problemi intestinali_diego parente nutrizionista

L’importanza dell’intestino

L’intestino viene denominato “secondo cervello” in quanto presenta una rete molto fitta di neuroni che vanno a costituire un sistema nervoso a se, in grado di regolare le funzioni intestinali. Cervello e intestino sono strettamente collegati, infatti l’emotività può dar luogo a disturbi come il colon irritabile (diarrea, stipsi, colite, meteorismo). Ma anche altre patologie come la celiachia e il reflusso gastro – esofageo possono impedire al nostro intestino di funzionare correttamente e di conseguenza di assorbire i nutrienti fondamentali per garantire il nostro benessere.Molte sono le malattie che hanno origine nell’intestino: allergie stagionali, cisti, allergie o intolleranze alimentari, acne, eczemi, fatica cronica e squilibri ormonali. Fondamentale quindi è conoscere quali sono gli alimenti per prevenire e per curare i disturbi intestinali.

colon irritabile_diego parente nutrizionista

Il ruolo del nutrizionista nella cura del nostro intestino.

Il nutrizionista svolge un ruolo molto importante in quanto una nutrizione corretta, sin dai primi anni di vita, può influenzare la colonizzazione batterica non solo nel breve periodo, ma anche nel lungo. Il ruolo principale del nutrizionista quindi è un ruolo di prevenzione primaria in quanto, mediante una dieta varia, un piano alimentare personalizzato è possibile contrastare l’insorgere di disturbi quali; meteorismo, diarrea, pancia gonfia, stipsi, ecc…Il nutrizionista durante la prima visita effettuerà un’anamnesi del paziente e procederà nell’elaborare una dieta mediante la quale  dapprima verranno eliminati i cibi infiammanti per riparare la flora batterica per poi reintrodurli gradualmente. Successivamente il nutrizionista illustrerà come gestire le ricadute che possono ripresentarsi nel lungo periodo.

Contattami per una valutazione gratuita